top of page

X - A SEXY HORROR STORY (2022) - Recensione


⚠️Attenzione, questo film è sconsigliato ai deboli di cuore⚠️

La sua visione può causare un improvviso innalzamento della temperatura corporea, pensieri peccaminosi, aumento del ritmo cardiaco e sobbalzi improvvisi.

Ti West con il suo "X - A Sexy Horror Story" ci porta alla fine degli anni ’70, un’epoca ricca di suggestioni, perfetta per raccontare una storia tra due generazioni inconciliabili.

<< Una troupe cinematografica arriva in una fattoria sperduta in Texas per girare un film per adulti. Vengono tutti ospitati da una coppia anziana e solitaria che sembra avere particolare interesse per i giovani ospiti. Ma di notte l'attrazione dei due anziani prende una piega violenta >>


Lo sguardo di Ti West è fresco e originale. Ricrea alla perfezione l’atmosfera di quegli anni e riesce ad amalgamare tutto alla perfezione: sesso, massacri, porno e cocaina, costituiscono un continuum narrativo affascinante.

Il genere slasher e quello erotico sono sapientemente utilizzati per mettere in scena quella terrificante spirale di orrore, che può solo nascere dalla repressione del desiderio sessuale.

“X - A sexy horror story” non è un film che vuole omaggiare né che vuole far riflettere. È un’opera pop intrisa di nostalgia, che si identifica pienamente nello spirito del cinema indipendente di quel tempo.

Il film di Ti West arriva in modo onesto e sagace, e ci ricorda l’inesorabile incombenza del tempo, sopratutto nei confronti della bellezza.


Piccola curiosità: Mia Goth interpreta due ruoli in questo film, la giovane Maxime e l’anziana Pearl. Durante le riprese di “X - A Sexy Horror Story” sono state girate anche le scene del prequel “Pearl”, che sarà presentato Fuori Concorso alla 79^ Mostra del Cinema di Venezia.

Ti West ha anche dichiarato che sta sviluppando un sequel ambientato alla fine degli anni ’80: il suo obiettivo è quello di creare un universo narrativo che racconti come la vecchia Hollywood, il cinema indipendente e l’home video, abbiano influenzato le vite e l’immaginario delle persone di quegli anni.


Viva il cinema!

60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page