top of page

"JANE THE VIRGIN" (2014) - Recensione

Aggiornamento: 26 apr 2022


Tra i titoli del momento di Netflix troviamo Jane The Virgin, una serie in stile soap opera venezuelana, ideata da Jennie Snyder Urman. È una serie televisiva statunitense che ha concluso la storia con la quinta e ultima stagione nel 2019. È composta da 5 stagioni e ognuna contiene circa 20 episodi, per un totale di 100 puntate di puro divertimento.


Jane Gloriana Villanueva all’età di 13 anni aveva fatto una promessa a sua nonna: “non rovinare il fiore”, e Jane cresce con questo fiore stropicciato, incorniciato e appeso alla parete di camera, simbolo del “suo” fiore, ovvero la verginità, e con l’idea di volerla preservare fino al matrimonio.

Ora Jane è una giovane donna di ventitré anni, con il sogno di diventare scrittrice.

Le sue passioni sono: la sua famiglia, Dio e il formaggio grigliato, non in questo specifico ordine. La sua vita è perfetta: studia, lavora, ha una famiglia amorevole e Michael, il suo fidanzato.

Che cosa potrebbe mai andare storto? Tutto sembra perfetto, fino a quando una dottoressa non le sconvolge la vita: durante una visita ginecologica viene inseminata artificialmente per errore con l’unica provetta contenente il seme di Rafael, il ricco proprietario dell’albergo per cui lavora.

E ora come lo spiega a sua nonna? Sarà la nuova Immacolata Concezione?


Questa serie era stata inizialmente catalogata come un “prodotto romantico per ragazzine” ma è necessario rivalutarla. Guardando i primi episodi mi sembrava una serie come tante, la classica telenovelas sudamericana che alterna momenti romantici ai drammatici "colpi di scena", ma proseguendo mi sono dovuta ricredere ed ero curiosa di sapere assolutamente come andava a finire.


Il suo tono è leggero e magico ma non superficiale. Con un mix di ironia, realismo magico, comicità, suspance e dramma, ci insegna ad amare in tantissime forme. Ma ci insegna molte altre cose, ad esempio che nonostante gli ostacoli che la vita può porci davanti, bisogna cercare di affrontarli con decisione e positività.

La serie Jane The Virgin tratta molti temi attuali e profondi senza mai risultare troppo pesante. È incentrata sull’argomento della verginità, ma non tralascia altri temi importanti come l'omosessualità, la clandestinità e l'integrazione, l’appartenenza di genere, l’amore, la religione, la tradizione, i conflitti di interesse…


È una serie da non perdere, i cui personaggi principali sono donne. Fin dal principio, infatti, vediamo la famiglia Villanueva che è composta da sole donne e anche proseguendo nella serie, saranno sempre le donne a dominare la scena: donne forti, intelligenti e coraggiose e a volte anche furbe e approfittatrici.

Ho iniziato questa serie per caso, durante un momento di noia. Avevo voglia di ridere e per questo cercavo qualcosa di leggero. Pensavo che sarebbe stata una di quelle serie banali e che poco dopo mi avrebbe stancato. Invece no, dopo ogni puntata mi sono affezionata sempre di più ai personaggi e ho divorato la serie in poco tempo. Anzi, mi è dispiaciuto che sia finita.

La commedia romantica e drammatica è integralmente disponibile su Netflix.

Nessuno spoiler ma… voi siete team Michael o team Rafael? Teresa Vasciarelli





36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page